Gilet da tartufi: come scegliere il migliore

gilet da tartufi

Sei un tartufaio alle prime armi? O sei un cercatore esperto e navigato di tartufi? Qualunque sia il tuo livello di esperienza, hai bisogno di un efficiente e robusto gilet da tartufi ed in questo articolo ti do utili consigli per scegliere quello più adatto.

Il gilet da tartufi deve garantire adeguata protezione, resistenza e comodità. Il tartufaio infatti si muove in ambienti piuttosto ostici, caratterizzati da rovi, spine, rami sporgenti e sassi, oltre che da insetti ed animali che possono pungerlo o morderlo. Naturalmente non si può ignorare il comfort, poiché il tartufaio deve potersi muovere in totale libertà e senza costrizioni per rendere la sua esperienza piacevole. Nei seguenti paragrafi ti spiego come scegliere il miglior gilet da tartufi e cosa tenere a mente.

Cos’è il gilet da tartufi?

Il gilet da tartufi fa parte dell’ABC dell’abbigliamento del tartufaio, che in realtà è molto simile a quello del cacciatore, poiché si ritrovano spesso ad aggirarsi negli stessi ambienti e ad affrontare i medesimi pericoli. Il capo d’abbigliamento svolge innanzitutto una funzione pratica, poiché è dotato di varie tasche ed alloggi di varie dimensioni e grandezze dove posizionare gli attrezzi necessari per la caccia al tartufo come vanghette, zappette, coltellini ecc. Al momento opportuno quindi il tartufaio ha tutto a portata di mano, potendo utilizzare l’accessorio di cui ha bisogno in modo rapido e pratico.

Le caratteristiche del gilet da tartufi

Quando si sceglie un abbigliamento da tartufo, i primi parametri da considerare sono sicurezza e protezione. Per questo motivo alcuni modelli sono catarifrangenti per indicare la presenza del tartufaio. Talvolta la ricerca si prolunga fino al tardo pomeriggio, quando il sole inizia a calare, quindi c’è il rischio di essere “impallinati” da qualche cacciatore poco esperto che scambia il tartufaio per una preda.

Il gilet deve poi garantire una protezione adeguata, quindi deve essere anti-vento, anti-pioggia e realizzato con materiali robusti e capaci di proteggere il tartufaio dalle intemperie del tempo, per evitare di buscarsi un raffreddore o qualcosa di peggio. Per questo motivo il gilet deve essere perfettamente impermeabile. L’ideale, soprattutto nei mesi invernali, è un capo realizzato con tessuti caldi, capaci di mantenere stabile la temperatura corporea.

Altra caratteristica importante è la leggerezza, poiché il tartufaio deve potersi muovere liberamente e senza ingombro. La raccolta del tartufo è un’operazione piuttosto delicata che richiede attenzione ed esperienza, quindi è necessario sentirsi liberi nei movimenti per evitare di rovinare il prezioso fungo. A proposito di comfort, il gilet deve adattarsi all’anatomia del cercatore, seguendone i movimenti senza intralciarli così da aderire al corpo come una seconda pelle.

I gilet da tartufo devono inoltre essere traspirabili. La ricerca rappresenta un’attività fisica molto intensa, durante la quale si suda abbondantemente. I capi d’abbigliamento devono quindi garantire la massima traspirabilità per eliminare velocemente l’umidità generata dal sudore, evitando pericolosi sbalzi di temperature.

I materiali tecnologici più usati

I passi avanti della tecnologia anche nel mondo della caccia e della ricerca dei tartufi hanno permesso di sviluppare nuovi materiali, altamenti innovativi e performanti, con i quali sono stati creati capi d’abbigliamento rivoluzionari per il settore.

Tra questi c’è il goretex, un tessuto sintetico che si fa apprezzare per le sue notevoli capacità impermeabili e traspiranti. Il tessuto è composto da 10 membrane di goretex, ognuna delle quali racchiude 9 miliardi di piccolissimi micropori per pollice quadrato, che assicurano un’eccellente traspirazione abbinata ad un’ottima impermeabilità.Altro materiale molto gettonato è il kevlar, una fibra sintetica resistente al calore ed alla tradizione che offre un’elevata protezione contro tagli e squarci. Tra i migliori materiali per i gilet da tartufo merita una menzione anche la cordura, un tessuto progettato per garantire la massima resistenza a lacerazioni, strappi, abrasioni e perforazioni.